Crea sito

L’AB della C: Piacenza aggancia la vetta, Pordenone scappa

 

La ventiseiesima giornata di Serie C ha dato degli imput importanti nei gironi A e B. Vittorie da sottolineare quelle del Piacenza,che ritrova la vetta mentre, nel secondo girone, corre il Pordenone e va a più nove dal secondo posto.

 

Girone A– Si ferma solo al novantesimo la Pro Vercelli incassando la prima sconfitta del 2019, vittoriosa dunque la prova caparbia della Virtus Entella,pronta a risalire la china (solo un ko nelle ultime cinque gare). Certo che il tour de force di una partita dietro l’altra, in pratica due gare ogni tre giorni, non è semplice da gestire. Dunque in queste circostanze si vede la voglia di alcune squadre di rimettersi in gioco e nello stesso tempo in altre si evidenziano lacune nel reggere fisicamente fino al triplice fischio finale. Si entra sempre nel vivo del campionato e non c’è tempo di riflettere ma bisogna solo agire. In zona playoff Pisa e Pro Patria mantengono la scia: i toscani tornano a sorridere e lo fanno per la prima volta nel nuovo anno (ultima il 16 dicembre); mentre i bustocchi viaggiano a ritmi buoni per costanza e soprattutto per approccio e lo studio delle partite. I numeri parlano chiaro e fanno la differenza: solo una sconfitta nelle ultime cinque uscite per i ragazzi di Javorcic, due gare di fila senza subire gol e ben tre vittorie. In zona sabbie mobili invece vince solo l’Arzachena nello scontro diretto contro la Lucchese. Situazione di equilibrio: sei squadre racchiuse in altrettanti punti (dal tredicesimo posto occupato dal Cuneo al diciottesimo delle pantere). Da segnalare il ritorno in campo del Pro Piacenza che ha ricevuto l’ok dalla Lega di Serie C.

Girone B– Il Pordenone di Attilio Tesser ha ingranato la marcia giusta e consolida il primato del girone. I neroverdi sono cresciuti in maniera significativa nel reparto difensivo: solo una rete subita nelle ultime tre. Questo è un indizio che fa paura alle inseguitrici anche perchè la Triestina non mantiene il passo, non va oltre lo 0-0 in casa contro il Südtirol, il quale ottiene un ottimo punto in chiave playoff mantenendo il quinto posto condiviso con Monza (altri tre punti per Brocchi per la scalatata) e Ravenna. La Feralpisalò, totalmente uscita dall’incubo,  colleziona la quinta vittoria consecutiva e balza, scavalcando l’Imolese, al terzo gradino della graduatoria. La lotta playoff, invece, è agguerrita: ben dieci squadre comprese in nove punti. L’equilibrio è frutto di tutte le squadre che non mollano un centimetro e nessun risultato è scontato. Ora arriva il più difficile: è necessario ricaricare le batterie in fretta e chi avrà più resistenza si potrebbe togliere qualche soddisfazione. Tutto altro discorso per la Ternana, dopo la girandola di panchine De Canio-Calori e ora Gallo, cerca di rialzarsi al più presto e non sprofondare nel baratro. A proposito del fondo della classifica, vincono Albinoleffe e Renate (reduce da due vittorie esterne consecutive) mentre è lotta a quattro (Teramo, Alma Juventus Fano, Rimini e Giana Erminio) per evitare un posto per gli spareggi.

Altro gettone, altra corsa, in questo weekend di Serie C, da non perdere!