Crea sito

L’ AB della C: sorpasso Piacenza, Pordenone festa rimandata

Il treno della stagione sta per arrivare al capolinea. Nel girone A e B, Piacenza e Pordenone sono ad un passo dalla promozione. Ultimi 180 minuti per definire il puzzle: promozione diretta, playoff, salvezza matematica e playout. Ogni episodio, da ora in poi, può essere letale per muovere gli equilibri. Più che il bel gioco, in queste ultime due gare, servirà concretezza e sarà necessario portare a casa più punti possibili. La stazione d’arrivo è vicina, altre due fermate in cui si può scendere o salire ma molti vorranno rimanere aggrappati al treno.

Girone A: Il Piacenza vola a gonfie vele e non si ferma: fa suo il big match contro la Virtus Entella e balza al primo posto, diventando ora padrone del proprio destino, per tornare in cadetteria dopo ben 9 anni. Ultime giornate decisive anche in zona playoff: Pontedera, Juventus U23, e molto defilata l’Alessandria per un posto. Mentre in zona bassa l’Albissola ha il match point salvezza contro la Lucchese.

Girone B–  Il Pordenone fermato a Gubbio, dunque festa rimandata. La Triestina vince a Salò e resta a +4. La seconda vittoria esterna del turno scorso? Quella del Renate, importantissima in chiave salvezza sul campo del Südtirol. In zona calda vittorie pesanti di Albinoleffe sul Monza (vittorioso nella finale d’andata di Coppa Italia Serie C contro la Viterbese) e del Rimini che ferma la Sambenedettese, e riapre i giochi per la salvezza diretta. Un ko, quello dei marchigiani, significativo perché riapre la corsa al decimo posto, facendo sorridere il Teramo che va a meno due, artefice il trionfo sulla Vis Pesaro. Per salvezza e playoff in questo girone sarà lotta fino alla fine, mentre manca l’ultimo passo al Pordenone per la B.

 

Altro gettone interessante da seguire, con profumo di festa ed emozioni.