Crea sito

L’ AB della C: Entella e Piacenza vanno a braccetto, Pordenone la festa è vicina

Si va verso la fine della corsa del campionato ma, di certo, le emozioni non finiscono qui. Nel girone A lotta fino alla fine tra Virtus Entella e Piacenza, reduci da due vittorie da grande squadra. La concretezza,si sa, nel calcio fa la differenza insieme alla compattezza del gruppo: specialmente in Serie C, dove in qualsiasi campo puoi perdere, vincere o pareggiare, insomma non c’è una favorita sulla carta ma bisogna lottare su ogni pallone e avere tanta pazienza nell’aspettare il momento giusto e a sua volta sfondare il colpo. Nel B, invece, gli spumanti sono già in frigo e la festa è quasi pronta per il Pordenone di Tesser, una B sfiorata che ora sta diventando realtà.

Girone A– Si è giocata ieri la trentaseiesima giornata: sottolineata la corsa parallela, grazie alle vittorie di entrambe, Virtus Entella e Piacenza. I liguri mantengono il +1 in classifica. Nei piani alti da segnalare lo stop del Pisa a reti bianche contro il Pontedera, il quale guadagna un altro punto preziosissimo in chiave playoff e mantiene a distanza di sicurezza la Juventus U23, vittoriosa sul Gozzano, salvo. Vittorie importanti per Pro Patria, Pro Vercelli e Novara entrambe fuori casa e i tre punti casalinghi della Robur Siena nello scontro diretto contro la Carrarese. In fondo alla graduatoria non vince nessuno, finisce in parità lo spareggio salvezza tra Cuneo e Albissola. Altri 6 punti a disposizione per cambiare le sorti della classifica, servirà coraggio, cuore e sacrificarsi nel momento di difficoltà in queste due partite.

Girone B– Il Pordenone è pronto alla festa, infatti, ai ramarri basterebbe una vittoria sul Gubbio per festeggiare la promozione. Insomma manca solo l’ultimo pezzo del puzzle per completare l’opera e scrivere la storia. La Triestina osserva a distanza e proverà a rimanere in corsa consapevole del fatto che il destino non dipenderà da lei e le probabilità sono proprio minime. Il compito degli alabardati ora è guardarsi alle spalle e difendere il secondo gradino. Tre partite decisive in ottica playoff e salvezza. Infatti è corsa al posto per entrare nella griglia spareggi. Giana Erminio, Gubbio e Vis Pesaro sperano ancora un filino dietro qualche piccolissima chance anche per la Ternana, anche se devono dare un’occhiata dietro perché la zona rossa è a soli (5/4 punti). E poi davanti a loro Sambenedettese, Vicenza e Fermana non vogliono sbagliare. 3 posti ancora da definire per il sogno playoff. Mentre è bagarre anche nelle sabbie mobili della classifica: dall’undicesimo posto all’ultimo ci sono solo 6 punti. Equilibrio totale, ogni passo falso peserà tantissimo a tre gare dalla fine. Come si dice in questi casi, si salvi chi può!

Ultimi due e tre gettoni a disposizione da sfruttare al meglio.