Crea sito

Premier League Archive

0

UFFICIALE: Lo United dopo Fred acquista Diogo Dalot dal Porto

IMG_20180606_154120Appena 24 ore dopo l’annuncio ufficiale dell’acquisto del brasiliano Fred dallo Shaktar, il Manchester United piazza un nuovo colpo prendendo dal Porto l’esterno destro Diogo Dalot.

Classe 1999, Dalot si è messo in luce in questa stagione dove ha debuttato in prima squadra con la maglia del Porto sorprendendo tutti per la capacità di coniugare la fase difensiva con quella offensiva. In molti lo hanno paragonato al terzino dell’Inter Joao Cancelo e Mourinho spera che con il proprio connazionale possa trovare il giusto tassello alla propria squadra.

L’arrivo di Dalot potrebbe spingere Darmian verso la Juventus, considerando che il terzino italiano avrà ancora meno spazio di quello avuto quest’anno con la maglia dei Red Devils.

 

0

United: arriva Fred dallo Shaktar! Adesso Pogba può partire?

IMG_20180604_200202Un corteggiamento lungo, costante e deciso ed alla fine lo United di Mourinho, battendo la concorrenza del City di Guardiola, acquista il centrocampista Fred dallo Shaktar Donetsk per quasi 60 milioni di euro.

Il giocatore, in permesso dal ritiro mondiale del Brasile, ha sostenuto oggi le visite mediche ed entro le prossime 24 ore firmerà il contratto che lo legherà ai Red Devils fino al 2023.

Per Fred, arrivato nel 2013 in Ucraina dopo essersi messo in luce in patria con la maglia dell’Internacional di Porto Alegre, l’opportunità di misurarsi in un campionato importante come la Premier. Mourinho si è detto entusiasta del suo acquisto perché il brasiliano coniuga tecnica ed agonismo ed insieme a Matic potra firmare un’ottima coppia di centrali di centrocampo.

L’arrivo di Fred potrebbe essere il preludio ad una cessione importante: Pogba lascerà nuovamente Manchester?

0

UFFICIALE: Il Liverpool prende Fabinho dal Monaco!

IMG_20180529_065756Appena tre giorni fa perdeva la finale di Champions contro il Real Madrid eppure il Liverpool di Jurgen Klopp e già pronto per ripartire in vista della nuova stagione e lo fa piazzando un grande colpo a centrocampo.

É ufficiale, infatti, l’ingaggio del centrocampista brasiliano Fabinho dal Monaco per una cifra vicina ai 55 milioni di euro. Classe 1993, Fabinho può ricoprire diversi ruoli di centrocampo ed, in passato, si è distinto anche come esterno di difesa. Insomma, un vero jolly che nei 5 anni trascorsi nel Principato di Monaco ha sempre fatto parlare bene di se.

Klopp, quindi, dopo aver già ingaggiato Naby Keita dal Lipsia a gennaio (colpo in prospettiva per anticipare la concorrenza) piazza questo nuovo colpo a centrocampo per ridisegnare la zona mediana del campo che perderà certamente Emre Can ormai destinato alla Juventus. I reds vogliono essere protagonisti anche il prossimo anno…

0

Premier League: si muovono le grandi. Lo United prende Fred, il City punta Jorginho ed il Chelsea aspetta Sarri

Mentre il Liverpool si prepara alla grande finale di Champions contro il Real Madrid, le altre grandi squadre del campionato inglese si muovono in ottica calciomercato. Fra le squadre piu […]

IMG_20180525_203506Mentre il Liverpool si prepara alla grande finale di Champions contro il Real Madrid, le altre grandi squadre del campionato inglese si muovono in ottica calciomercato.

Fra le squadre piu attive c’è, ovviamente, l’Arsenal che dopo l’addio dello storico manager Wenger e l’arrivo del nuovo tecnico Emery punta a rinforzarsi per riprendersi quella posizione tra le prime 4 della classifica che da 2 anni gli sfugge. I Gunners vogliono un forte difensore e hanno messo gli occhi su Koulibaly del Napoli, ma i partenopei non accetteranno offerte inferiori ai 60 milioni di euro. Più facile la pista che porta a Lichtsteiner che, svincolatosi dalla Juventus, potrebbe accettare l’avventura in Premier.

Le due squadre di Manchester hanno puntato lo stesso obiettivo e alla fine sembra averla spuntata lo United. Stiamo parlando del brasiliano Fred dello Shaktar che passerà alla corte di Mourinho per quasi 50 milioni.

Il City, invece, pare abbia scelto il napoletano Jorginho, più adatto al gioco di Guardiola e così i citizens sono pronti ad offrire quasi 60 milioni a De Laurentiis per il centrocampista della nazionale italiana.

Il Chelsea è in attesa di capire cosa vorra fare Sarri ed in attesa di capire se il tecnico toscano sarà il nuovo manager dei Blues, alcuni calciatori dell’attuale organico non sono certi della conferma, primo fra tutti l’attaccante spagnolo Alvaro Morata.

Infine, il Tottenham ha ufficializzato il rinnovo di contratto del manager Pochettino ed ora spera di resistere alle tante offerte che arriveranno per i gioielli Kane e Dele Alli.

0

INDISCREZIONE-Chelsea-Sarri: gli aggiornamenti

Un matrimonio che s’ha da fare. Questo è quanto trapela dagli ambienti londinesi. Maurizio Sarri si avvicina a grandi passi alla panchina del Chelsea. La giornata odierna ha segnato una […]

IMG_5648Un matrimonio che s’ha da fare. Questo è quanto trapela dagli ambienti londinesi. Maurizio Sarri si avvicina a grandi passi alla panchina del Chelsea.

La giornata odierna ha segnato una svolta nella trattativa. Il summit tra il tecnico toscano e la dirigenza dei blues ha avuto esito positivo. Col Napoli e il presidente de Laurentiis che hanno già dato il benservito all’allenatore ex Empoli con l’arrivo di Carlo Ancelotti, a sua volta ex allenatore dei blues, sulla panchina partenopea, adesso è tutto nelle mani del Chelsea, che sembra dunque sempre più convinto dell’italiano per la sua panchina.

Ancora una volta dunque, Roman Abramovich sembra far ricadere la sua scelta su un tecnico del Belpaese, con Sarri che andrebbe a rimpiazzare proprio Antonio Conte a Stamford Bridge.

La vicenda si evolverà sicuramente nei prossimi giorni, ma dopo oggi pomeriggio il futuro allenatore del Chelsea sembra avere giq4 un nome e un cognome.

0

INDISCREZIONE- Allegri a Parigi, Sarri in Premier: sarà domino di allenatori in estate?

Allegri-Juventus: siamo alla frutta? – La pesante sconfitta dell’Allianz Stadium contro il Real Madrid potrebbe aver incrinato il rapporto tra Massimiliano Allegri e la Juventus. Osteggiato anche da gran parte […]

Allegri-Juventus: siamo alla frutta? – La pesante sconfitta dell’Allianz Stadium contro il Real Madrid potrebbe aver incrinato il rapporto tra Massimiliano Allegri e la Juventus. Osteggiato anche da gran parte della tifoseria bianconera il tecnico livornese sembrerebbe orientato a lasciare Torino a fine stagione: il Paris Saint-Germain avrebbe già contattato Allegri, che però avrebbe risposto con un secco due di picche. Sullo sfondo dell’affaire Juventus-Allegri rimane anche l’Arsenal: i Gunners hanno deciso di chiudere l’epoca Wenger dopo l’ennesima stagione deludente.

Londra è pazza di Maurizio Sarri – Chelsea e Tottenham sono innamorate, pazze, di Sarri. Le prestazioni super del tecnico toscano sulla panchina del Napoli hanno sedotto Levy, presidente degli Spurs, e Abramovich, presidente dei Blues. In prima fila c’è il magnate russo deciso, ormai, a chiudere il rapporto con un altro tecnico italiano, Antonio Conte. Gli Spurs restano sullo sfondo e attendono segnali da Pochettino, corteggiato da Real Madrid e Bayern Monaco.

 

Luigi Cristiano

0

La magia della FACup: Wigan e Rochdale, la purezza del calcio

IMG_20180220_061914E’ una competizione che si disputa da oltre cento anni ma ogni anno riesce a regalare emozioni uniche: in Inghilterra la FACup è un torneo entusiasmante che mette di fronte squadre di categoria inferiore contro top club milionari e, spesso, il risultato non è scontato.

È successo anche in questo turno (gli ottavi di finale) con autentiche sorprese: domenica pomeriggio il Tottenham di Pochettino, capace solo pochi giorni prima di rimontare 2 reti a Torino alla Juventus, é stato bloccato sul pari dal Rochdale, piccolo club di terza divisione (la nostra lega Pro). In uno stadio da 8000 spettatori, i padroni di casa hanno raggiunto il pari al 93esimo costringendo Kane e compagni a disputare il replay della gara a Londra.

Ancora più eclatante quanto accaduto ieri sera: il super favorito City di Guardiola, in testa alla Premier con enorme vantaggio sulle inseguitrici, ha perso in casa del Wigan, anch’esso come il Rochdale squadra di terza divisione. Nonostante 29 tiri complessivi e l’83% di possesso palla, il Manchester City non è riuscito a fare goal mentre il Wigan al 79esimo e andato in rete con Will Grigg (giocatore resi celebre per i coro a Euro 2016 Will Grigg on Fire cantato dai supporters irlandesi). Un’eliminazione che ha davvero del clamoroso ma che rende il Wigan la vera “bestia nera” del City dato che già nel 2013, allora in finale, il risultato fu sorprendente con il Wigan vincitore della coppa.

Insomma, è chiaro che la magia di questa coppa regala emozioni davvero uniche e fa riavvicinare al calcio anche coloro che dubitano della purezza e della correttezza di questo sport. Un fenomeno che in Inghilterra capita spesso e che, sicuramente, anche in Italia dovremmo provare a compiere modificando immediatamente la formula della nostra Coppa Italia.

0

Il ritorno di Evra: ufficiale il suo passaggio al West Ham

IMG_20180208_071936Non è ancora finita la carriera di Patrice Evra: dopo la rescissione del contratto con il Marsiglia per via della squalifica subita per l’aggressione ad un tifoso prima di una gara di Europa League, il francese ha trovato una nuova sistemazione.

Nella giornata di ieri, infatti, l’ex terzino sinistro della Juventus ha firmato per gli inglesi del West Ham, coronando il suo desiderio di tornare a giocare in Premier League dopo i tanti anni trascorsi con la maglia del Manchester United.

Per il 35enne esterno sinistro, che in Italia giocò nei primi anni della sua carriera con le maglie di Marsala e Monza, una nuova sfida quindi in un club, il West Ham che lotta per la salvezza in un campionato importante come la Premier che Evra conosce bene.

 

0

Roma: Monchi ed il suo “Bancomat” inglese.

IMG_20180207_070112Il momento attuale della Roma non è dei migliori, considerando che a Verona i giallorossi hanno centrato la vittoria dopo diverse giornate di astinenza che hanno portato la formazione capitolina fuori dalla zona Champions League, ma la situazione economica del club è in netto miglioramento rispetto alla passata stagione.

Artefice di questo consolidamento è il DS spagnolo Monchi, giunto a Roma la scorsa estate dopo aver contribuito a fare grande il Siviglia, vincitore di tre Europa League consecutive e protagonista sul mercato grazie a grandi operazioni di plusvalenza come quelle di Dani Alves, Jesus Navas, Bacca, ecc…

Anche a Roma Monchi sta operando molto bene nel mercato in uscita e c’è un campionato, in particolare, dove il DS spagnolo sta operando con risultati importanti: la Premier League inglese.

Oltremanica, infatti, è stato ceduto a luglio Salah al Liverpool per 42 milioni di euro mentre il mese successivo (agosto) il centrale tedesco Antonio Rudiger si è trasferito al Chelsea per 33 milioni più eventuali altri 5 di bonus. A gennaio, ovvero nello scorso mercato invernale, altro colpo ad effetto: Emerson Palmieri ai blues di Conte per 26 milioni nonostante il brasiliano venisse da un grave infortunio mentre sono sfumati per dettagli legati all’ingaggio del calciatore, altri 30 milioni che il Chelsea avrebbe pagato per Edin Dzeko.

Insomma, Monchi in soli 6 mesi è riuscito ad ottenere dalla Premier poco più di 100 milioni con solo tre operazioni, garantendo al Presidente Pallotta quella liquidità necessaria per proseguire nel progetto piu importante per il manager americano, ovvero il nuovo stadio di proprietà della Roma.

Il rapporto tra Monchi e la Premier è destinato a proseguire, se è vero che il manager del Liverpool Jurgen Klopp ha già pronto un assegno da 50 milioni per il portiere giallorosso Alisson, protagonista sino ad ora di un’ottima stagione, e le casse giallorosse sarebbero ben liete di incassare altro denaro dal “Bancomat” inglese.

0

Deloufeu, Laporte & co: il punto sul mercato della Premier League

IMG_20180130_140906Come spesso accade, nelle ultime sessioni di calciomercato, c’è un campionato dove ci sono i trasferimenti più importanti e costosi, ovvero la Premier League.

Anche in questa sessione invernale le squadre inglesi non hanno badato a spese per rinforzarsi e sono tanti i milioni di euro che i manager d’oltremanica hanno investito.

Il City di Guardiola, nonostante il primo posto in classifica, ha rinforzato la propria difesa con l’innesto del centrale Laporte, prelevandolo dall’Athletic Bilbao per ben 65 milioni di euro.

Non si tratta del difensore piu pagato perché prima di lui Van Dijk era passato dal Southampton al Liverpool per 85 milioni dando a Klopp il titolo di manager senza scrupoli…

Anche lo United ha speso tanto per portare all’Old Trafford Alex Sanchez, strappandolo all’Arsenal grazie alla cessione di Mikhtaryan pip un conguaglio economico.

l’Arsenal di Wenger si è mosso parecchio perché, oltre a Sanchez, ha ceduto Walcott all’Everton e Coquelin al Valencia e nelle prossime ore dovrebbe ufficializzare in entrata il colpo Aubameyang dal Dortmund.

Torna in Premier, dopo l’esperienza all’Everton di due stagioni fa, lo spagnolo Deloufeu, che lascia Barcellona e firma per il Watford, lasciando di stucco Roma e Napoli che speravano di riportarlo in Italia dopo i 6 mesi al Milan.

Altro giocatore che ha rifiutato l’Italia è Daniel Sturridge, il quale dopo essere stato vicino all’Inter ha preferito lasciare Liverpool per giocare nel West Bromvich Albion.

Infine il Chelsea di Antonio Conte; preso Barkley dall’Everton ad inizio mese, ha puntato tutto su Dzeko della Roma ma alla fine il bosniaco è rimasto alla corte di Di Francesco e Conte sta provando a virare su Giroud dell’Arsenal o Llorente del Tottenham per rinforzare il proprio reparto avanzato. Dalla Roma, comunque, arrivera il brasiliano Emerson che ha già lasciato Trigoria.

0

UFFICIALE: Alexis Sanchez al Manchester United

IMG_20180122_202150E’ finalmente giunta l’ufficialità per un’operazione che da giorni era su tutti i giornali d’Inghilterra e non solo: Alexis Sanchez lascia l’Arsenal e si trasferisce al Manchester United.

Alla fine, dunque, Mourinho ha avuto la meglio su Guardiola (almeno sul mercato…) è Sanchez ha scelta la parte rossa di Manchester come suo nuovo club, dopo che anche il City lo aveva corteggiato per diverse settimane.

Sanchez ha scelto la maglia numero 7 dei Red Devils (maglia storica che fu di Best, Cantona, Beckham e CR7) e sarà il giocatore più pagato dello United con un ingaggio da 14milioni di sterline a stagione.

All’interno della stessa operazione, lo United ha ceduto all’Arsenal il trequartista armeno Mkhitaryan che si trasferisce alla corte di Wenger sotto la regia del suo procuratore, un certo Mino Raiola….

0

Premier League: Van Dijk-Liverpool è solo l’inizio…

IMG_20180102_171339Domani parte ufficialmente il calciomercato in Italia ma già in Inghilterra sono iniziati i primi colpi a suon di sterline. È notizia di qualche giorno fa, infatti, il trasferimento ufficiale dal Southampton al Liverpool del difensore olandese Van Dijk per la cifra mostruosa di 85 milioni di euro.

Si tratta del prezzo più caro speso per un difensore (i 55 mln spesi dal City per Stones dall’Everton erano il precedente) e il manager del Liverpool Jurgen Klopp si è giustificato dicendo che il prezzo del calciatore è l’ultima cosa a cui devi pensare se vuoi davvero un giocatore.

Chiaro come questo trasferimento può muovere a cascata diversi movimenti che possono riguardare la Premier League e non solo. Infatti, il Southampton con i soldi incassati punta a prelevare proprio dal Liverpool l’attaccante Sturridge (offerti 28 milioni) ma, soprattutto, i Reds potrebbero bilanciare le uscite cedendo al Barcellona il brasiliano Philippe Coutinho, oggetto del desiderio dei catalani sin dalla scorsa estate. In Spagna sono sicuri che l’affare si farà per una cifra vicina ai 150 milioni con Coutinho che andrebbe di fatto a prendere il posto di Neymar che in estate ha lasciato il Barcellona per il PSG.

Altra squadra in Premier che si muoverà è il Chelsea di Antonio Conte che, perso Diego Costa accasatosi ufficialmente all’Atletico Madrid, proverà a rinforzare una rosa numericamente poco competitiva. Dalla Germania assicurano che Conte ha convinto il suo ex pupillo alla Juventus Arturo Vidal a trasferirsi a Londra ma sembra difficile che il Bayern Monaco lasci partire il giocatore cileno a stagione in corso.

Infine, l’Arsenal è alle prese con i probabili addii di Sanchez e Ozil (entrambi hanno il contratto in scadenza a giugno e non rinnoveranno) e il manager Wenger è deciso a puntare tutto sull’esterno del Monaco Lemar, valutato circa 60 milioni.

Insomma siamo solo al 2 gennaio ma la carne al fuoco è tanta e siamo certi che sino al 31 ne vedremo tante.