Crea sito

Calcio Estero Archive

0

Timo Werner: l’attaccante più odiato di Germania

Le convocazioni di Joachim Loew che hanno escluso la stella del Manchester City Leroy Sanè hanno consegnato nelle mani di Timo Werner le chiavi dell’attacco della Die Mannschaft.  Timo Werner, 22 […]

Le convocazioni di Joachim Loew che hanno escluso la stella del Manchester City Leroy Sanè hanno consegnato nelle mani di Timo Werner le chiavi dell’attacco della Die Mannschaft. 

Timo Werner, 22 anni, attaccante del Red Bull Lipsia, conta 13 presenze con la maglia dei tedeschi conditi da ben 7 gol -media strepitosa- che fanno di lui il centravanti della Germania per almeno altri dieci anni, se solo non ci fosse un problema: in qualsiasi stadio Timo giochi viene riempito da assordanti fischi.

Fischi che arrivano in Campionato, in Europa, e soprattutto in Nazionale anche quando manda la palla in rete. La colpa di Timo Werner è quella di vestire la maglia dell’RB (RasenBallsport, ufficialmente, Red Bull per tutti) Lipsia, la maglia della squadra che in Germania, e nel resto d’Europa fa storcere il naso a parecchia gente. Soprattutto a quelli affezionati a una certa idea di calcio tradizionale.

L’undici di Lipsia riuscito in un miracoloso salto in Bundesliga, seguita da un’altrettanto storica qualificazione in Champions League viene visti dai puristi tedeschi del calcio come una mera operazione di marketing commerciale di cui il numero 11 Timo Werner è il maggior esponente, la miglior lattina di energy drink da mettere in vetrina.  Lui, che giocava in una squadra “tradizionalista” come lo Stoccarda, diventato simbolo della nuova squadra devota al dio denaro: un tradimento ritenuto inaccettabile da tutti i tifosi tedeschi.

Di seguito incolliamo un video della giornata più brutta vissuta da Werner, in Champions League. Il suo Lipsia gioca nella caldissima Vodafone Arena, casa del Besiktas, e i tifosi bianconeri “costringono” con i loro fischi Timo a lasciare il campo dopo poco meno di 30 minuti.

0

UFFICIALE: Lo United dopo Fred acquista Diogo Dalot dal Porto

IMG_20180606_154120Appena 24 ore dopo l’annuncio ufficiale dell’acquisto del brasiliano Fred dallo Shaktar, il Manchester United piazza un nuovo colpo prendendo dal Porto l’esterno destro Diogo Dalot.

Classe 1999, Dalot si è messo in luce in questa stagione dove ha debuttato in prima squadra con la maglia del Porto sorprendendo tutti per la capacità di coniugare la fase difensiva con quella offensiva. In molti lo hanno paragonato al terzino dell’Inter Joao Cancelo e Mourinho spera che con il proprio connazionale possa trovare il giusto tassello alla propria squadra.

L’arrivo di Dalot potrebbe spingere Darmian verso la Juventus, considerando che il terzino italiano avrà ancora meno spazio di quello avuto quest’anno con la maglia dei Red Devils.

 

0

UFFICIALE: Lichtsteiner firma con l’Arsenal!

IMG_20180605_162630Dopo essersi svincolato dalla Juventus, il terzino destro Lichtsteiner ha trovato una nuova sistemazione firmando un contratto annuale con gli inglesi dell’Arsenal.

Dopo 7 stagioni in bianconero (coincide con i 7 scudetti consecutivi dei bianconeri) e le tre stagioni a Roma con la maglia della Lazio, il terzino elvetico approda in Premier League per dare esperienza alla nuova era dell’Arsenal post Wenger.

0

United: arriva Fred dallo Shaktar! Adesso Pogba può partire?

IMG_20180604_200202Un corteggiamento lungo, costante e deciso ed alla fine lo United di Mourinho, battendo la concorrenza del City di Guardiola, acquista il centrocampista Fred dallo Shaktar Donetsk per quasi 60 milioni di euro.

Il giocatore, in permesso dal ritiro mondiale del Brasile, ha sostenuto oggi le visite mediche ed entro le prossime 24 ore firmerà il contratto che lo legherà ai Red Devils fino al 2023.

Per Fred, arrivato nel 2013 in Ucraina dopo essersi messo in luce in patria con la maglia dell’Internacional di Porto Alegre, l’opportunità di misurarsi in un campionato importante come la Premier. Mourinho si è detto entusiasta del suo acquisto perché il brasiliano coniuga tecnica ed agonismo ed insieme a Matic potra firmare un’ottima coppia di centrali di centrocampo.

L’arrivo di Fred potrebbe essere il preludio ad una cessione importante: Pogba lascerà nuovamente Manchester?

0

UFFICIALE: Il Liverpool prende Fabinho dal Monaco!

IMG_20180529_065756Appena tre giorni fa perdeva la finale di Champions contro il Real Madrid eppure il Liverpool di Jurgen Klopp e già pronto per ripartire in vista della nuova stagione e lo fa piazzando un grande colpo a centrocampo.

É ufficiale, infatti, l’ingaggio del centrocampista brasiliano Fabinho dal Monaco per una cifra vicina ai 55 milioni di euro. Classe 1993, Fabinho può ricoprire diversi ruoli di centrocampo ed, in passato, si è distinto anche come esterno di difesa. Insomma, un vero jolly che nei 5 anni trascorsi nel Principato di Monaco ha sempre fatto parlare bene di se.

Klopp, quindi, dopo aver già ingaggiato Naby Keita dal Lipsia a gennaio (colpo in prospettiva per anticipare la concorrenza) piazza questo nuovo colpo a centrocampo per ridisegnare la zona mediana del campo che perderà certamente Emre Can ormai destinato alla Juventus. I reds vogliono essere protagonisti anche il prossimo anno…

0

Premier League: si muovono le grandi. Lo United prende Fred, il City punta Jorginho ed il Chelsea aspetta Sarri

Mentre il Liverpool si prepara alla grande finale di Champions contro il Real Madrid, le altre grandi squadre del campionato inglese si muovono in ottica calciomercato. Fra le squadre piu […]

IMG_20180525_203506Mentre il Liverpool si prepara alla grande finale di Champions contro il Real Madrid, le altre grandi squadre del campionato inglese si muovono in ottica calciomercato.

Fra le squadre piu attive c’è, ovviamente, l’Arsenal che dopo l’addio dello storico manager Wenger e l’arrivo del nuovo tecnico Emery punta a rinforzarsi per riprendersi quella posizione tra le prime 4 della classifica che da 2 anni gli sfugge. I Gunners vogliono un forte difensore e hanno messo gli occhi su Koulibaly del Napoli, ma i partenopei non accetteranno offerte inferiori ai 60 milioni di euro. Più facile la pista che porta a Lichtsteiner che, svincolatosi dalla Juventus, potrebbe accettare l’avventura in Premier.

Le due squadre di Manchester hanno puntato lo stesso obiettivo e alla fine sembra averla spuntata lo United. Stiamo parlando del brasiliano Fred dello Shaktar che passerà alla corte di Mourinho per quasi 50 milioni.

Il City, invece, pare abbia scelto il napoletano Jorginho, più adatto al gioco di Guardiola e così i citizens sono pronti ad offrire quasi 60 milioni a De Laurentiis per il centrocampista della nazionale italiana.

Il Chelsea è in attesa di capire cosa vorra fare Sarri ed in attesa di capire se il tecnico toscano sarà il nuovo manager dei Blues, alcuni calciatori dell’attuale organico non sono certi della conferma, primo fra tutti l’attaccante spagnolo Alvaro Morata.

Infine, il Tottenham ha ufficializzato il rinnovo di contratto del manager Pochettino ed ora spera di resistere alle tante offerte che arriveranno per i gioielli Kane e Dele Alli.

0

INDISCREZIONE-Chelsea-Sarri: gli aggiornamenti

Un matrimonio che s’ha da fare. Questo è quanto trapela dagli ambienti londinesi. Maurizio Sarri si avvicina a grandi passi alla panchina del Chelsea. La giornata odierna ha segnato una […]

IMG_5648Un matrimonio che s’ha da fare. Questo è quanto trapela dagli ambienti londinesi. Maurizio Sarri si avvicina a grandi passi alla panchina del Chelsea.

La giornata odierna ha segnato una svolta nella trattativa. Il summit tra il tecnico toscano e la dirigenza dei blues ha avuto esito positivo. Col Napoli e il presidente de Laurentiis che hanno già dato il benservito all’allenatore ex Empoli con l’arrivo di Carlo Ancelotti, a sua volta ex allenatore dei blues, sulla panchina partenopea, adesso è tutto nelle mani del Chelsea, che sembra dunque sempre più convinto dell’italiano per la sua panchina.

Ancora una volta dunque, Roman Abramovich sembra far ricadere la sua scelta su un tecnico del Belpaese, con Sarri che andrebbe a rimpiazzare proprio Antonio Conte a Stamford Bridge.

La vicenda si evolverà sicuramente nei prossimi giorni, ma dopo oggi pomeriggio il futuro allenatore del Chelsea sembra avere giq4 un nome e un cognome.

0

Buffon-PSG: matrimonio con obiettivo Champions

Buffon

Sabto 19 Maggio contro il Verona Gianluigi Buffon ha disputato la sua ultima partita con la maglia numero 1 della Juventus. Il quasi 40enne portierone azzurro, come annunciato nella conferenza stampa insieme al Presidente bianconero Andrea Agnelli, ha deciso di lasciare Torino dopo 17 anni di militanza che lo hanno visto trionfare in Italia con il record di 9 scudetti (sarebbero 11 senza la questione “calciopoli”) ed ottenere decine di record individuali.

Un percorso, quello tra Buffon e la Juventus, che è durato nel tempo grazie al legame che ha unito Gigi al mondo bianconero a tal punto da seguire la Juventus anche nel campionato disputato in Serie B nella stagione 2006-2007 e che ha fatto di Buffon il calciatore con più presenze in campionato con la maglia bianconera.

Nonostante questi numeri l’addio di Buffon alla Juventus non vorrà dire che il numero 1 appenderà i guantoni al chiodo; infatti la sua voglia di campo e il suo mettersi sempre in discussione lo hanno portato alla decisione di proseguire la carriera accettando un’offerta davvero intrigante.

Sembra ormai questione di ore, infatti, ma da Parigi è pronto l’annuncio ufficiale per l’approdo al PSG proprio di Gianluigi Buffon. La proprietà araba del club parigino vuole puntare ancora una volta alla conquista della Champions League (sfuggita anche quest’anno agli ottavi contro il Real di Zidane) e dopo aver ingaggiato il nuovo tecnico (il tedesco Tuchel, ex Borussia Dortmund) è pronto a rinforzare ancora di più una squadra dove già giocano i vari Neymar, Cavani, Mbappe e Verratti con il portiere più forte in circolazione dopo che i vari Trapp e Areola (titolari fino allo scorso anno) hanno deluso non poco.

Chiaro come l’obiettivo del PSG sia da sempre il tarlo di Buffon, smanioso di conquistare quella coppa dalle grandi orecchie che più volte gli è sfuggita proprio all’ultima “curva” (sono tre le finali perse da Buffon contro Milan, Barcellona e Real Madrid) e, pertanto, il contratto biennale da 8 milioni di euro a stagione è stato solo l’incentivo giusto per convincere Gigi ad imparare il francese e tentare di conquistare la Champions sotto la Torre Eiffel.

0

Dortmund scatenato: fatta per il tecnico Favre del Nizza. In arrivo anche Lichtsteiner!

IMG_20180508_200525Con la speranza di interrompere il lungo predominio del Bayern Monaco in Bundesliga, il Borussia Dortmund sta già progettando la nuova stagione.

In tal senso sembra ormai fatta per l’approdo sulla panchina dei gialloneri di Lucien Favre, attuale tecnico del Nizza.

Conclusa l’esperienza con l’attuale tecnico Stoger, subentrato a dicembre all’olandese Bosz, la dirigenza tedesca cercava un nuovo allenatore per avviare un nuovo ciclo. Sfumato il tentativo di riportare in Europa Paulo Sousa (l’ex tecnico della Fiorentina è attualmente in Cina al Tijanin), hanno deciso di puntare sul tecnico protagonista in Ligue1.

Oltre al tecnico, sembra prossima l’ufficialità per l’arrivo di Stephen Liechstiner, che in scadenza di contratto con la Juventus, lascerà la Serie A per tentare l’esperienza in Germania.

0

B, C e Bundesliga, i verdetti di oggi

Grazie al pari interno col Novara l’Empoli festeggia la promozione con quattro giornate di anticipo. I toscani tornano in Serie A dopo un solo anno di purgatorio. Gli azzurri, data […]

ColoniaGrazie al pari interno col Novara l’Empoli festeggia la promozione con quattro giornate di anticipo. I toscani tornano in Serie A dopo un solo anno di purgatorio. Gli azzurri, data la sconfitta del Palermo maturate ieri e quelle di Parma e Frosinone, avrebbero conquistato la promozione matematica anche in caso di sconfitta.

Dopo il Padova torna in B anche il Livorno. I labronici non vanno oltre il pareggio con la Carrarese, ma possono comunque festeggiare con un turno di anticipo in virtù della sconfitta interna del Siena col Piacenza. Proprio i bianconeri chiuderanno il girone al secondo posto mentre il Pisa completerà il podio. Oltre al Siena e ai nerazzurri sono certe dei play-off anche Alessandria, vincitrice di Coppa, Carrarese, Monza, Viterbese e Piacenza. Salve Arzachena e Pro Piacenza.

Passando in Germania, il Colonia lascia la Bundesliga. I biancorossi, che hanno partecipato all’edizione dell’Europa League ad oggi in corso, perdono 3-2 sul campo del Friburgo e vengono condannati alla retrocessione con due giornate di anticipo.

0

Bayern Monaco: aspettando il “Triplete, ecco Kovac il nuovo allenatore!

IMG_20180413_155906Il Bayern Monaco stupisce sempre: domenica scorsa ha festeggiato l’ennesimo titolo di Campione di Germania, mercoledì eliminando il Siviglia è approdato in semifinale di Champions League e si appresta a disputare la finale di Coppa di Germania eppure la società tedesca ha già annunciato il tecnico per la prossima stagione.

Quando l’attuale allenatore Heynkes subentrò all’esonerato Carlo Ancelotti, l’esperto tecnico tedesco disse che il suo sarebbe stato un incarico fino a fine stagione e così sarà.

Nonostante, quindi, il finale di stagione può regalare gioie immense ai tifosi bavaresi che sognano il cosiddetto “Triplete”, la dirigenza ha già scelto Niko Kovac come nuovo allenatore del Bayern per la prossima stagione. Croato, 42enne, Kovac allena da circa 2 anni l’Eintracht Francoforte con ottimi risultati e per lui la panchina del Bayern significa tornare nella società che lo ha visto anche indossera quella maglia da calciatore.

0

INDISCREZIONE- Allegri a Parigi, Sarri in Premier: sarà domino di allenatori in estate?

Allegri-Juventus: siamo alla frutta? – La pesante sconfitta dell’Allianz Stadium contro il Real Madrid potrebbe aver incrinato il rapporto tra Massimiliano Allegri e la Juventus. Osteggiato anche da gran parte […]

Allegri-Juventus: siamo alla frutta? – La pesante sconfitta dell’Allianz Stadium contro il Real Madrid potrebbe aver incrinato il rapporto tra Massimiliano Allegri e la Juventus. Osteggiato anche da gran parte della tifoseria bianconera il tecnico livornese sembrerebbe orientato a lasciare Torino a fine stagione: il Paris Saint-Germain avrebbe già contattato Allegri, che però avrebbe risposto con un secco due di picche. Sullo sfondo dell’affaire Juventus-Allegri rimane anche l’Arsenal: i Gunners hanno deciso di chiudere l’epoca Wenger dopo l’ennesima stagione deludente.

Londra è pazza di Maurizio Sarri – Chelsea e Tottenham sono innamorate, pazze, di Sarri. Le prestazioni super del tecnico toscano sulla panchina del Napoli hanno sedotto Levy, presidente degli Spurs, e Abramovich, presidente dei Blues. In prima fila c’è il magnate russo deciso, ormai, a chiudere il rapporto con un altro tecnico italiano, Antonio Conte. Gli Spurs restano sullo sfondo e attendono segnali da Pochettino, corteggiato da Real Madrid e Bayern Monaco.

 

Luigi Cristiano