Crea sito

Calcio Calabrese Archive

0

Cosenza sei nella storia. Dopo 15 anni il ritorno in serie B.

Straordinario ciò che è successo oggi, 16 giugno 2018, il Cosenza compie un vero e proprio miracolo sportivo. Dati per spacciati fin dall’inizio della post-Season, ribaltano tutti i pronostici vincendo […]

Straordinario ciò che è successo oggi, 16 giugno 2018, il Cosenza compie un vero e proprio miracolo sportivo. Dati per spacciati fin dall’inizio della post-Season, ribaltano tutti i pronostici vincendo contro tutti e tutto. Dominata la fnale ai danni di un Siena impotente davanti allo straordinario tatticismo del re dei playoff Braglia. Rossoblu che passano in vantaggio con il tocco sottomisura di Bruccini al 35′. Da lì in poi gara tutta in discesa con i calabresi che passano sul 2-0 nei minuti iniziali del secondo tempo. Di pregevole fattura il destro di Tutino insaccatosi all’incrocio dei pali con Pane impassibile. Fievole fiamma riaccesa soltanto dal rigore messo a segno da inutilmente da Marotta perché subito dopo la punta francese Baclet, come a solito, lascia il segno anche nella finale fissando il risultato sul 3-1 in favore dei rossoblu. Lo stadio è una bolgia e i supporter ospiti intonano il coro “Baclet, Baclet l’hanno visto col mojito, col mojito a Piazza Fè”. La storia è stata scritta. Il Cosenza è in B.

 

Cronaca: Nella notte magica all’Adriatico di Pescara, sono i rossoblu a condurre il match, mentre i senesi giocano di ripartenza sfruttando anche la difesa alta dei calabresi che però chiude ottimamente tutti gli spazi grazie all’intesa perfetta della retroguardia  composta dai pilastri Dermaku, Idda e Camigliano. Entrambe le squadre, però, peccano di precisione nei pressi dell’area di rigore non riuscendo ad impensierire i due estremi difensori. Il primo squillo è di marca cosentina. Quando siamo giunti al ventitreesimo grandissima percussione offensiva di D’Orazio che si fa tutta la fascia sinistra, disorienta con un doppio passo Brumat, ma conclude centralmente con Pane che blocca la sfera. Trentacinquesimo sul cronometro esplode l’Adriatico, sono i lupi della Sila che salgono in cattedra con la rete di Bruccini. Palla recuperata a centrocampo dal napoletano Tutino, che in aera rientra sul sinistro servendo splendidamente il numero 21, il quale a tu per tu con Pane non ha margine di errore. Con il Siena in bambola, il Cosenza ne approfitta e si rende pericoloso grazie al destro a giro di Mungo che si spegne di poco alla sinistra dell’estremo difensore in maglia gialla, immobile in quest’occasione. Finisce il primo tempo qui a Pescara. Lupi meritatamente in vantaggio che riescono a concretizzare alla seconda palla gol creata. Senesi costretti, nei secondi quarantacinque minuti, a scoprirsi per cercare di abbattere il castello eretto dal vecchio lupo di mare Braglia. Neanche il tempo di respirare che i rossoblu raddoppiano. Ennesimo recupero a metàcampo dall’uomo playoff del Cosenza Tutino, il quale brucia in velocità i difensori bianconeri e dal limite dell’area sfodera un destro di pregevole fattura che toglie le ragnatele dal sette. Gioia incontenibile dei quasi diecimila giunti in Abruzzo da tutta la città e dintorni. Fatali i contropiedi dei rossoblu. Questa volta con la freccia nera Okereke che dopo aver disorientato due uomini , dinanzi a Pane si incarta non riuscendo a centrare lo specchio della porta per il tris che avrebbe chiuso del tutto i giochi. Al cinquantacinquesimo toscani che devono scalare un vero e proprio Everest per vincere la gara e ritornare nella serie cadetta. Detto, fatto. Alla mezz’ora della seconda frazione il possente Dermaku attera Marotta con l’arbitro che inevitabilmente concede il penalty. Dagli undici metri si presenta proprio la punta numero 10, che non si lascia ipnotizzare da Saracco insaccando la marcatura del 1-2. Il portiere dei rossoblu intuisce l’angolo, ma non riesce a deviare la sfera. Spinta dai tifosi cosentini la banda di Braglia reagisce e con la cavalcata di Bruccini che serve in mezzo Tutino, ma il talentuoso attaccante di scuola Napoli si divora un gol già fatto. Azioni a ripetizione da entrambe le parti, ma in questo frangente sono i bianconeri a sfiorare il pareggio al primo corner del match. Incornata del difesnore Mahrous di non molto sopra la traversa. Come un fulmine a ciel sereno ecco giungere la rete del più atteso, Allan Baclet. L’uomo più in forma e più decisivo di questi playoff. Il trascinatore del Cosenza sigla all’ottantasettesimo il 3-1 dopo un cross di Palmiero, il quale non può fallire a porta sguarnita. In zona Cesarini  Perez, subentrato dalla panchina, ad un unghia dal poker con un colpo di testa che si stampa sulla traversa. Alle 22:41 è Serie B per il Cosenza! Dopo una lunga astinenza durata  15 anni, la formazione rossoblu torna nella categoria che più le compete. E’ una vera e propria impresa quella compiuta dal mago Braglia. giunto ad anno in corso, risolleva la squadra dalla zona rossa portandola in cielo. Tutti quanti, dal primo all’ultimo, hanno contribuito a questo traguardo inimmaginabile soltanto un mese e mezzo fa. Balcet, Tutino, Palmiero, Pascali, per citarne qualcuno, sono i maggiori artefici di questa cavalcata inarrestabile conclusasi nel migliore dei modi. Da inchino la tifoseria dei lupi, che nonostante le trasferte fossero ardue e lunghe, hanno sempre seguito la compagine, non facendole mancare mai il loro supporto. Una sola parola per concludere il cammino dei Silani: Immensi.

 

 

 

 

 

 

CosenzaSaracco, Corsi, Idda, Dermaku, Palmiero, Mungo, D’Orazio, Bruccini, Camigliano, Okereke, Tutino; A disp: Zommers, Quintero, Ramos, Perez, Pasqualoni, Baclet, Boniotti, Trovato, Calamai, Loviso, Braglia; All: Braglia.

SienaPane, Panariello, Emmausso, Marotta, Mahrous, Cleur, Neglia, Damian, Brumat, Vassallo, Sbraga; A disp: Rossi, Dossena, D’Ambrosio, Guberti, Guerri, Crisanto, Cristiani, Solini, Nassi, Biancalani, Fontana; All: Mignani.

 

0

INDISCREZIONE – Crotone, gradimento per Monachello

Secondo quanto raccolto dal nostro direttore Attilio Malena, il Crotone avrebbe espresso il proprio gradimento per Gaetano Monachello. Per l’attaccante di proprietà dell’Atalanta 8 reti in 28 partite con la maglia dell’Ascoli nella scorsa stagione.

Gaetano MonachelloSecondo quanto raccolto dal nostro direttore Attilio Malena, il Crotone avrebbe espresso il proprio gradimento per Gaetano Monachello. Per l’attaccante di proprietà dell’Atalanta 8 reti in 28 partite con la maglia dell’Ascoli nella scorsa stagione.

0

INDISCREZIONE – Stroppa-Crotone, possibile svolta nelle prossime ore

Secondo quanto raccolto dal nostro direttore Attilio Malena, nelle prossime ore potrebbe arrivare l’intesa fra Crotone e Foggia per liberare Giovanni Stroppa. Come vi raccontiamo da tempo (CLICCA QUI), il tecnico ex Pescara è in pole […]

stroppaSecondo quanto raccolto dal nostro direttore Attilio Malena, nelle prossime ore potrebbe arrivare l’intesa fra Crotone Foggia per liberare Giovanni Stroppa. Come vi raccontiamo da tempo (CLICCA QUI), il tecnico ex Pescara è in pole per la panchina dei calabresi, ma in settimana, come scritto martedì (CLICCA QUI), erano sorti degli intoppi fra i pitagorici e il Foggia che le due dirigenze stanno cercando di limare.

0

INDISCREZIONE – Crotone, intoppo per Stroppa

Secondo quanto raccolto dal nostro direttore Attilio Malena ci sarebbe un intoppo per quanto riguarda l’approdo di Stroppa sulla panchina del Crotone. Il Foggia, infatti, per liberare il tecnico ex Pescara chiede un corposo sconto dal […]

stroppaSecondo quanto raccolto dal nostro direttore Attilio Malena ci sarebbe un intoppo per quanto riguarda l’approdo di Stroppa sulla panchina del Crotone. Il Foggia, infatti, per liberare il tecnico ex Pescara chiede un corposo sconto dal riscatto di Kragl. La dirigenza dei pitagorici si è presa del tempo per riflettere sulla proposta dei satanelli.

0

INDISCREZIONE – Catanzaro, sogno Barillà per il centrocampo

Secondo quanto raccolto dal nostro direttore Attilio Malena, il sogno di mercato del Catanzaro sarebbe Antonino Barillà. Il centrocampista ex Reggina e Trapani in questa stagione ha contribuito alla promozione in A del Parma.

BarillàSecondo quanto raccolto dal nostro direttore Attilio Malena, il sogno di mercato del Catanzaro sarebbe Antonino Barillà. Il centrocampista ex Reggina e Trapani in questa stagione ha contribuito alla promozione in A del Parma.

0

INDISCREZIONE – Rende, scelto il nuovo tecnico

Secondo quanto raccolto dal nostro direttore Attilio Malena, il Rende avrebbe scelto il sostituto di Trocini. Si tratta dell’ex calciatore di Crotone e Reggina Modesto, attualmente allenatore della Berretti biancorossa.

ModestoSecondo quanto raccolto dal nostro direttore Attilio Malena, il Rende avrebbe scelto il sostituto di Trocini. Si tratta dell’ex calciatore di Crotone e Reggina Modesto, attualmente allenatore della Berretti biancorossa.

Tags: ,
0

ESCLUSIVA – Gianni Vrenna: “Il Crotone non meritava di retrocedere, entro settimana prossima il nuovo allenatore”

Un bilancio sulla stagione appena conclusa, che ha visto il Crotone retrocedere in serie B, sguardo al mercato e novità sul nuovo allenatore. Abbiamo intervistato Gianni Vrenna, fratello di Raffaele […]

Un bilancio sulla stagione appena conclusa, che ha visto il Crotone retrocedere in serie B, sguardo al mercato e novità sul nuovo allenatore. Abbiamo intervistato Gianni Vrenna, fratello di Raffaele e attuale presidente del Crotone. Ecco le sue parole in esclusiva ai nostri microfoni:

Presidente, una stagione double-face: fino a gennaio il Crotone ha raccolto 12 punti, poi arriva Zenga e in 22 giornate ne colleziona ben 35. Alla luce delle ottime prestazioni nel girone di ritorno, è un grande peccato aver lasciato la A.

Sicuramente, la retrocessione è stata un fulmine a ciel sereno. Non avremmo mai immaginato di racimolare un solo punto nelle ultime tre partite, anche perché venivamo da una striscia positiva: il pareggio con la Juve, poi la vittoria a Udine e quella in casa contro il Sassuolo ci avevano dato una grande spinta verso la salvezza, ma purtroppo a poco è servito. Nella fase finale le nostre contendenti hanno fatto meglio di noi, c’è molta delusione.

 

Il mercato è entrato nella sua fase iniziale e indubbiamente dalle squadre di serie A arriveranno molte richieste per i suoi ragazzi: cosa dobbiamo aspettarci dal mercato rossoblu?

Come da tradizione, cercheremo di tenere in squadra tutti i giocatori importanti, essenziali per recitare un ruolo da protagonisti in serie B. Abbiamo tanti giocatori di proprietà e di certo non effettueremo rivendite, ma se arriveranno offerte importanti avremo l’obbligo di valutarle per bene.

 

Capitolo allenatore: Zenga ha salutato, a quando la notizia del nuovo mister?

Sto lavorando, insieme col direttore, per annunciare il nome del nuovo allenatore entro la fine della prossima settimana. Dopodiché, potremo concordare con lui una rosa di calciatori da sondare durante la sessione di mercato.

 

La serie B è un campionato difficile, senza gerarchie: si aspetta che il Crotone torni a breve nella massima serie?

Inutile nascondere che vorremmo recitare un ruolo da protagonisti nel prossimo campionato di B, siamo convinti di avere tutte le carte in regola per farlo. Il Crotone non meritava di retrocedere, ma le ultime due esperienze nella massima serie ci torneranno utili per essere più competitivi. La Serie B è un campionato difficile, in cui 22 squadre di pari competenza e organizzazione lottano per salire. Sarà dura, ma vogliamo regalare ai nostri tifosi la gioia di un’altra promozione.

0

INDISCREZIONE – Contatto Lecce-Napoli, chiesti Tutino e Palmiero

Secondo quanto raccolto del nostro direttore Attilio Malena, il Lecce, neo promossa nella serie cadetta, sembrerebbe interessata ai due gioielli del vivaio napoletano: Gennaro Tutino e Luca Palmiero. Entrambi a […]

Secondo quanto raccolto del nostro direttore Attilio Malena, il Lecce, neo promossa nella serie cadetta, sembrerebbe interessata ai due gioielli del vivaio napoletano: Gennaro Tutino e Luca Palmiero. Entrambi a fine prestito con il Cosenza, si sono fatti notare, chi più chi meno, in tutto l’arco del campionato di Serie C e non solo. Il primo, destro naturale classe 1996, è il vero trascinatore dei lupi. Grazie al suo ottimo momento ha regalato, alla compagine calabrese, l’accesso ai quarti dei playoff annientando un ostico Trapani, con un gol all’andata e uno al ritorno. Il secondo, centrocampista coetaneo del suo compagno di squadra, ha segnato soltanto una rete, ma è il vero metronomo del centrocampo di Braglia. Grazie al suo piedino fatato smista palloni per gli esterni con una qualità inaudita. Difficilmente i rossoblu li riscatteranno visto l’inserimento del club pugliese guidato da mister Liverani.

0

INDISCREZIONE – Cagliari, sondaggio per Zenga. Ma Maran e Juric…

Archiviata l’amara (per i risultati), parentesi di Crotone, per Walter Zenga e’ tempo di nuove sfide: secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, sarebbe confermato il sondaggio del Cagliari per l’ex […]

IMG_5738Archiviata l’amara (per i risultati), parentesi di Crotone, per Walter Zenga e’ tempo di nuove sfide: secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, sarebbe confermato il sondaggio del Cagliari per l’ex tecnico del Catania.

Zenga non sarebbe però in cima alla lista, in pole ci sarebbero i due tecnici incontrati, Rolando Maran e Ivan Juric. Tra i profili sondati come vi abbiamo raccontato anche Claudio Ranieri, Andrea Stramaccioni e Fabio Grosso.

0

INDISCREZIONE – Crotone, Ajeti e il futuro: le ultime

il Crotone ha deciso: secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, i calabresi non eserciteranno il diritto di riscatto su Arlind Ajeti dal Torino. Un’avventura in Calabria non esaltante, schierato a […]

IMG_5719il Crotone ha deciso: secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, i calabresi non eserciteranno il diritto di riscatto su Arlind Ajeti dal Torino.

Un’avventura in Calabria non esaltante, schierato a più riprese in mediana da Walter Zenga con risultati tutt’altro che positivi. Ajeti e il Crotone, strade destinate a separarsi…

0

INDISCREZIONE – Catanzaro, tutto fatto per Auteri. E due priorità per il mercato…

Gaetano Auteri e Catanzaro, ve lo abbiamo raccontato: sono stati limati tutti i dettagli, per quello che dovrebbe essere un matrimonio biennale tra le parti. Per il mercato, secondo quanto […]

Gaetano AuteriGaetano Auteri e Catanzaro, ve lo abbiamo raccontato: sono stati limati tutti i dettagli, per quello che dovrebbe essere un matrimonio biennale tra le parti. Per il mercato, secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, priorità Strambelli e Golubovic per accontentare il trainer di Floridia…

0

INDISCREZIONE – Crotone, vicino il riscatto di Benali

Secondo quanto raccolto dal nostro direttore Attilio Malena, il Crotone sarebbe vicinissimo a riscattare Benali dal Pescara. Per il centrocampista libico 10 presenze e un gol coi pitagorici nella seconda parte della stagione appena conclusa.

BenaliSecondo quanto raccolto dal nostro direttore Attilio Malena, il Crotone sarebbe vicinissimo a riscattare Benali dal Pescara. Per il centrocampista libico 10 presenze e un gol coi pitagorici nella seconda parte della stagione appena conclusa.